Itinerari

Lecce: Viene definita la "Signora del Barocco", ed è proprio l'arte barocca quella che caratterizza le guglie, i portali, le chiese, i monumenti e le abitazioni del centro storico. Attraversando Porta Napoli si accede da Nord alla città vecchia, da qui si ramificano alcune tra le più importanti strade della città, sulle quali si affacciano raffinati palazzi settecenteschi. Proseguendo si incontrano la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, in piazzetta Baglivi, e quella di Santa Maria di Costantinopoli in piazzetta Addolorata. In Via Umberto I, invece, potrete ammirare il cinquecentesco Palazzo Adorno e la Basilica di Santa Croce, simbolo della città e del barocco leccese. Vi troverete nei pressi di Piazza Sant'Oronzo, cuore pulsante della vita cittadina, nella quale campeggia la celebre colonna del Santo patrono. Da non perdere Piazza del Duomo in cui il Duomo è solo uno degli imponenti ed importanti edifici che non potranno non affascinare i turisti. Per gli amanti dei giardini la Villa Comunale, situata nei pressi di Piazza Sant'Oronzo, costituirà una piacevole sosta. Oltre al centro storico, anche la parte più recente della città è un interessante spunto di visita, nel cogliere il confronto tra passato e presente, tra tradizione e modernità. Da visitare: Anfiteatro Romano, Il Duomo, Il castello di Carlo V, Piazza Sant’Oronzo, Basilica di Santa Croce, Via Trinchese.
 
Gallipoli: Splendida cittadina bagnata dal Mar Ionio, Gallipoli è la perla del Salento, nota per le sue affascinanti bellezze, per il mare incantevole e per la frizzante movida notturna. Non a caso, pare proprio che il nome Gallipoli derivi dal greco e significhi “la città bella”. La parte più antica della città si estende su un’isola di origine calcarea, che è collegata alla terraferma attraverso un ponte in muratura e ad archi risalente al seicento. All’inizio del ponte sorge il Castello Angioino-Aragonese che purtroppo è chiuso al pubblico tranne che per il “Rivellino”, la parte alta del castello, che in estate viene trasformata in cinema per i visitatori e gli abitanti di Gallipoli. All’interno del centro storico esiste una spiaggetta a cui si accede scendendo delle scale che collegano il centro storico con il porto turistico, che è chiamata Spiaggia della Purità, dal nome della Chiesa della Purità che si trova esattamente sopra la spiaggia. Il cuore del centro storico è la Cattedrale di Sant’Agata, pregiato esempio dell’arte e dell’architettura barocca che contraddistingue il leccese. Ma sono davvero tante gli edifici che raccontano di una cristianità fortemente radicata nel territorio. Tra queste, la Chiesa di San Francesco di Paola, la Chiesa di San Francesco Nassisi, quella di San Domenico al Rosario, quella di Santa Maria degli Angeli, quella di Santa Cristina. La Gallipoli più recente, invece, è quella del borgo. Da visitare: Cattedrale di Sant’Agata, La Fontana Greca, Castello Angioino, Isola di Sant’Andrea, Museo Diocesano, Museo Civico, Frantoi Ipogei.
 
Otranto: Piena di vicoli, ognuno contraddistinto particolari unici, con palazzi, salite e discese, affacci sul mare e scorci indimenticabili, Otranto è un mix di storia, cultura e tradizione.Passeggiando per le stradine del borgo si rimane affascinati dai tanti laboratori artigianali e dai negozietti di prodotti tipici, dalle enoteche, dagli artisti di strada che, in ogni angolo, intrattengono e divertono. Non mancano, poi, i tanti eventi che intrattengono turisti e residenti per tutto il corso dell’estate. Varcando la porta di ingresso del centro storico si entra in un mondo surreale, in cui ogni viuzza trasuda fascino e storia. E’ qui, tra l’imponente Castello e il prezioso porto turistico si trova la suggestiva Cattedrale dove potrete ammirare l'enorme mosaico pavimentale che rappresenta l'Albero della Vita sul quale Adamo ed Eva convivono con Re Artù, Alessandro Magno e un bestiario di animali fantastici. Una sorta di libro di pietra ricco di allusioni allegoriche. La Cattedrale d'Otranto è famosa anche perchè al suo interno sono conservati, dietro sottili cristalli, 800 teschi e innumerevoli ossa di persone che si dice si siano rifiutate di abiurare la fede cristiana, chiamati quindi chiamati Martiri di Otranto. Da Visitare la cattedrale, il Castello Aragonese, La Baia dei Turchi, Laghi Alimini, Cava di Bauxite
 
Leuca: Sita in Provincia di Lecce, Santa Maria di Leuca è una delle località turistiche più famose e visitare della Puglia. Questo perché gli scenari che dalla costa si offrono al visitatore sono davvero di una bellezza indescrivibile, quasi magica. Uno dei punti più noti della città è il suo faro, memore di un passato fatto di viaggi in mare e giornate in balia delle onde, con solo la luce del faro a guidare i navigatori. Alto ben 48 metri e situato a 102 metri sul livello del mare, il faro di Leuca è uno dei più importanti d’Italia nonché uno dei più suggestivi.Oltre ad una grande affluenza di turismo balneare a Leuca ogni anno si registra l’arrivo di centinaia di appassionati di speleologia e di immersioni, attratti dai magnifici fondali e dalle cavità rocciose che si aprono qua e là lungo tutta la costa. Da non perdere a Leuca: il già citato faro, il Santuario di Santa Maria di Leuca e le numerose grotte (come la Grotta Porcinara, la Grotta Cazzafri, la Grotta del Fiume e la Grotta del Morigio). Nei pressi di Leuca anche il famoso Ponte del Ciolo, dal quale i più coraggiosi potranno azzardare un tuffo.
 
Porto Cesareo: Località turistica sulla litorale ionico salentino, rinomata per le sue le sue lunghe spiagge di sabbia bianchissima e soffice che si estendono di fronte a un arcipelago di isolotti verdeggianti riflessi in un mare cristallino. Tra essi spicca l’isola grande meglio nota come Isola dei Conigli, una vera e propria riserva naturale che ospita specie ormai in via di estinzione.
 
Porto Selvaggio: Località marina tra le più affascinanti ed incontaminate della Puglia, è inserita nel Parco regionale di Porto Selvaggio. Quest’ultimo oltre ad un mare cristallino e a spiagge da favola ha un’estensione di circa 420 ettari, di cui quasi la metà sono ricoperti da bosco.
 
Castro: Località turistica che sorge sul versante adriatico della penisola. Oltre ad affacciarsi su un mare da cartolina, Castro offrirà ai visitatori la possibilità di visitare un borgo medievale pittoresco e perfettamente conservato. Il suo litorale costiero ospita singolari grotte marine, generate nel corso dei secoli da fenomeni carsici, al cui interno sono tuttora presenti reperti risalenti al paleolitico. Tra le grotte più famose: la Romanelli, la Zinzulusa e l’Abisso.
 
Santa Cesarea Terme: Sorge a valle di una lieve collina verdeggiante ed è un importante centro termale e turistico. Dalle sue 4 grotte poste a breve distanza l’una dall’altra sgorgano, ad una temperatura di 34 gradi, sorgenti di acqua sulfurea indicate per la cura delle malattie della pelle e delle articolazioni.
 
Torre dell’Orso: Il cui nome deriva dalla presenza della “Torre di Porto dell’Orso”, è una marina molto frequentata dai turisti. La sua insenatura è delimitata da due costoni di roccia, e la baia vanta una sabbia finissima di color argento.Con merito ha vinto la “Bandiera Blu” per la pulizia delle spiagge e per il mare terso. Torre dell’Orso è una delle località balneari da non perdere.
 
Il Ciolo: È situato nel Comune di Gagliano del Capo, nei pressi di Santa Maria di Leuca. Si presenta come un profondo canyon, scavato nella roccia dall’acqua del mare, le cui due sponde sono collegate da un ponte. E proprio dal ponte, numerosi turisti ma anche residenti del posto, provano l’ebbrezza dei tuffarsi in mare dalla struttura.
 
Marina di Andrano: Sorge sulla litoranea per Tricase ed è un luogo da molti definito come “incantato” e “magico”: sulla costa, abbastanza nascosta, si apre un’insenatura (che pochi conoscono) che conduce ad una grotta meravigliosa, la Grotta Verde, visitabile solo a piedi e durante la bassa marea.
 
Roca Vecchia: Posta in una località strategica tra San Foca e Torre dell’Orso è un centro balneare ma anche un interessante sito archeologico. Sul versante adriatico, include tratti particolarmente sinuosi, contraddistinti dalla presenza di calette con piccole spiagge, isolotti ricchi di colonie di ricci e grotte affascinanti tra cui la Grotta degli Amanti e la Grotta della Poesia.
 
Porto Badisco: È un suggestivo tratto di costa che ha ispirato persino lontani poeti latini come nel caso di Virgilio, che la scelse come primo approdo di Enea, in fuga da Troia, avvolta dalle fiamme. Mitologia a parte, la bellezza paesaggistica di questa insenatura vi proietterà in un’atmosfera quasi paradisiaca. L’intera baia, che si specchia nel mare verde-blu terso e cristallino, è ricoperta da ginestre che spuntano sulle rocce. Al centro della baia sorge una spiaggetta, singolare per la presenza di una sorgente dalla quale affiora acqua dolce che si trasforma in un piccolo rigagnolo lungo pochi metri prima di finire in mare.
 
Le Maldive del Salento: È il tratto costiero della marina di Pescoluse, soprannominato Le Maldive proprio per le sue impareggiabili bellezze: spiaggia bianca e finissima, fondali bassi, acque particolarmente limpide e profumate, dune di sabbia, acacie e tamerici. Un vero angolo di paradiso.
 
Centro storico di Specchia: A 50 Km dal capoluogo salentino, il centro storico di Specchia è stato inserito tra ‘I Borghi più Belli d’Italia’. Stradine strette e sinuose, interrotte da rampe di scale si svincolano tra un nucleo abitativo dall’architettura spontanea, rimasta quasi del tutto intatta.
 
San Cataldo: Piccola marina scelta soprattutto dai Leccesi per le giornate in spiaggia, San Cataldo è famosa per la cosiddetta “chiesa sommersa” nei pressi di Porto Adriano.
 
Torre Chianca: La zona litoranea è meravigliosa e si presenta al turista come una distesa calma e rilassante di acque azzurre e spiagge basse e sabbiose